Per Carla SARACINO e Aleksandr VERTINSKIJ

O morti... (Per Carla) 4

***

Quello, il corpo dell’estate, o luce bionda e azzurra, che apre

rauco un taglio tenebroso: così viene,

ondeggiando distorto, il Pierrot Nero delle nostre notti puerili; 

così scorre un filo di melodia, plasma di neve, o danza

sinistra slungata, dolce voce vortice profumo che fu ardent sanglot.

Questi – erano i giorni.

 

Copia di Pierrot Nero 2

Annunci